Strutture opache

Strutture opache

Si tratta degli interventi su edifici esistenti, parti di edifici esistenti o unità immobiliari esistenti, riguardanti strutture opache orizzontali (coperture, pavimenti), verticali (pareti generalmente esterne), finestre comprensive di infissi, delimitanti il volume riscaldato, verso l’esterno o verso vani non riscaldati, che rispettano prefissati valori limite della trasmittanza U, espressa in W/m2K. Tali valori, riportati nell'allegato A del decreto del Ministro dello Sviluppo Economico 11 marzo 2008 (Nota pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 66 del 18 marzo 2008), variano in relazione alle singole zone climatiche.

Rientra in questa tipologia di interventi anche la sostituzione dei portoni d’ingresso a condizione che si tratti di serramenti che delimitano l’involucro riscaldato dell’edificio, verso l’esterno o verso locali non riscaldati, e risultino rispettati gli indici di trasmittanza termica richiesti per la sostituzione delle finestre (circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 21/E del 23 aprile 2010).

Gli infissi sono comprensivi anche delle strutture accessorie che hanno effetto sulla dispersione di calore quali, ad esempio, scuri o persiane, o che risultino strutturalmente accorpate al manufatto quali, ad esempio, cassonetti incorporati nel telaio dell’infisso.

Nel caso in cui le strutture opache e gli infissi siano originariamente già conformi ai valori limite previsti la sostituzione degli infissi, o il rifacimento dell’involucro degli edifici, non consente di fruire della detrazione poichè il beneficio è teso ad agevolare gli interventi da cui consegua un risparmio energetico. In questo caso, al fine della fruizione dell’agevolazione, è necessario che a seguito dei lavori eseguiti, tali indici di trasmittanza termica si riducano ulteriormente.

Per questi interventi il valore massimo della detrazione fiscale è di 60.000 euro.

 

Spese detraibili

In relazione agli interventi finalizzati alla riduzione della trasmittanza termica U delle strutture opache e delle finestre sono detraibili, oltre le spese professionali, le seguenti spese:

Elementi opachi

  • fornitura e messa in opera di materiale coibente per il miglioramento delle caratteristiche termiche delle strutture esistenti;
  • fornitura e messa in opera di materiali ordinari, anche necessari alla realizzazione di ulteriori strutture murarie a ridosso di quelle preesistenti, per il miglioramento delle caratteristiche termiche delle strutture esistenti;
  • demolizione e ricostruzione dell’elemento costruttivo;

Finestre comprensive degli infissi

  • fornitura e posa in opera di una nuova finestra comprensiva di infisso;
  • integrazioni e sostituzioni dei componenti vetrati esistenti.

Lascia un commento...